AREA Science Park

Progetto europeo STARNETregio
ing. Marcello Guaiana
Responsabile del progetto
Servizio Trasferimento Tecnologico
AREA Science Park
Tel. +39 040 375 5267
marcello.guaiana@area.trieste.it

www.starnetregio.eu



Nautica da diporto e cantieristica navale rappresentano un punto di forza dell’economia regionale, grazie alla presenza sul territorio di numerosi operatori economici e istituzionali.
Per contribuire a rafforzare le relazioni e le sinergie internazionali dei protagonisti locali, AREA Science Park coordina il progetto europeo STARNETregio (STARring a trans-regional NETwork of regional research-driven marine clusters), in collaborazione con importanti partner nazionali ed esteri e con la partecipazione attiva del proprio Centro di Competenza Cantieristica & Nautica.
 
Coordinatore: Consorzio per l’AREA di Ricerca Scientifica e Tecnologica di Trieste
Partner: Consorzio per l’alta ricerca navale-RINAVE
  Fincantieri Cantieri Navali Italiani SpA
  Informest – Centro di Servizi e Documentazione per la Cooperazione Economica Internazionale
  Innova S.p.A.
  Agenzia per lo Sviluppo Tecnologico della Slovenia T.I.A
  Università di Lubiana – Facoltà di Studi Marittimi e Trasporti
  Luka Koper – Agenzia portuale di Capodistria
  Agenzia di Sviluppo della Contea di Rijeka - Porin
  Università di Rijeka – Facoltà di Studi Marittimi
  Megaflex
  Teri-Crotek
  VII° Programma Quadro – regions of knowledge
Durata: 30 mesi
Sito: www.starnetregio.eu

Avviato nel 2008, STARNETregio si propone di individuare i principali fabbisogni di ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione degli attori istituzionali, scientifici e delle imprese operanti nei tre distretti tecno-industriali navali e nautici localizzati nei territori coinvolti (regione Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Contea di Rijeka), per rafforzarne lo sviluppo in termini di innovazione e competitività.
 
L’obiettivo è delineare, anche attraverso la condivisione di "agende di collaborazione", azioni pilota di ricerca ed innovazione nel settore ed identificare nuovi strumenti programmatici e strategie operative che prevedano l’integrazione delle linee politiche regionali a sostegno dell’incremento degli investimenti pubblici e privati in R&S, dell’innovazione settoriale e della relativa competitività, in piena conformità con i più recenti indirizzi programmatici della Commissione Europea (Blue Book, Ottobre 2007) e con le linee promosse nel quadro dell’iniziativa europea Waterborne Technology Platform (www.waterborne-tp.org).

Il mega-cluster individuato da STARNETregio può contare su una forza di circa 900 imprese del settore cantieristico e nautico, con oltre 11.000 addetti e un fatturato annuale di oltre 3.000 milioni di euro. A supporto di questo importante comparto economico è attiva una rete di 7 centri di ricerca, università ed enti per il trasferimento tecnologico specializzati.

STARNETregio ha lavorato alla raccolta di informazioni su stato dell’arte, dinamiche e tendenze evolutive del settore, che consentano di individuare possibili azioni di promozione dello sviluppo delle imprese, dei centri di ricerca e delle Università.


Ilprogetto ha una durata complessiva di 30 mesi ed è suddiviso in 4 fasi:
1. Costituzione degli organi operativi del Progetto e definizione del distretto marittimo con i centri di ricerca e le università connesse, attraverso una mappatura regionale e una raccolta dati nelle rispettive tre aree;
2. Analisi regionale incrociando i progetti di sviluppo nel settore marittimo e gli attori principali in FVG, Slovenia e Croazia, per delineare le basi di future collaborazioni transazionali;
3. Trasferimento della conoscenza attraverso processi comuni di apprendimento e attività di acquisizione;
4. Sviluppo di un Piano d’Azione comune per incentivare processi di interazione in FVG, Slovenia e Croazia.
 
La prima fase è stata coordinata dal Consorzio per l’Alta Ricerca Navale – RINAVE ed ha portato alla stesura del Regional Report, che sintetizza la situazione nel settore navale-nautico per il Friuli Venezia Giulia, la Slovenia e la Croazia. La creazione di due questionari, rispettivamente per il settore delle università/centri di ricerca e per il settore imprenditoriale ha consentito la raccolta di informazioni e dati sulla situazione del settore.
 
Inoltre, STARNETregio ha individuato i fabbisogni di ricerca, di sviluppo tecnologico e di innovazione espressi dalle realtà appartenenti al cluster, con l’obiettivo di definire delle agende congiunte per il coordinamento delle politiche delle tre aree territoriali limitrofe coinvolte, ed a sostegno del settore dell’economia del mare attraverso un uso più razionale ed efficiente di tutte le risorse esistenti. Fra le aree di possibile collaborazionesono emersi i temi: a lungo termine, condivisione di infrastrutture, mobilità delle risorse umane, studi di mercato e azioni promozionali congiunte; a breve termine, formazione specializzata, reti di finanza per la crescita aziendale, disponibilità di competenze, risultati e soluzioni tecnologiche, servizi per l’innovazione, creazione di nuove imprese ad alto contenuto di conoscenza.
 
 

Nel corso del 2009, oltre ad una serie di incontri mirati a coinvolgere le Istituzioni e le Associazioni di categoria potenzialmente interessate allo sviluppo di progetti innovativi nel settore della nautica da diporto e della cantieristica navale sono stati organizzati alcuni eventi, con l’obiettivo di:
 
• condividere un’agenda comune per la ricerca trans regionale tra i partner e i membri TSC, nel corso di una due giorni a Rijeka, il1° e 2 ottobre;
• promuovere la cooperazione transregionale, le partnership tecnico-scientifiche e i servizi di innovazione a Trieste, il 5 novembre.
All’incontro di novembre - svoltosi presso AREA Science Perk e coordinato da Marcello Guaiana, Project manager STARNETregio - hanno partecipato i referenti di Rinave, Informest, Innova, Luka Koper Port and Logistic System, Università di Fiume e delle Agenzie per la tecnologia della Slovenia (TIA) e della Contea di Fiume (Porin).
In linea con la mission del progetto, volta ad incoraggiare le regioni europee a condividere ed adottare le migliori politiche e pratiche per la costruzione di solide reti interregionali tra cluster marittimi, è stato avviato un percorso per avvicinare il Centro di Competenza Cantieristica & Nautica di AREA Science Park alla realtà slovena e croata. L’obiettivo è costituire un Liaison Office presso la sede della Agenzia di Sviluppo Tecnologico della Slovenia (TIA) di Lubiana, con la quale AREA ha già in atto un accordo di collaborazione pluriennale, ed un altro in Croazia, presso la sede del partner Porin (Regional Development Agency) a Rijeka.

I risultatidi STARNETregio saranno presentati in occasione di un convegno l’11 dicembre a Gorizia, che vedrà la partecipazione di tutti i partner, dei rappresentanti delle amministrazioni politiche delle tre aree territoriali coinvolte e dei soggetti imprenditoriali interessati, oltre a tutti gli stakeholder e centri di ricerca operanti nel settore.